GESAMTKATALOG
AUTOREN
A B C D E F G H I J k L M N O P R S T U V W Z
NEWSLETTER
Email:
ANMELDEN ABMELDEN
DAS BUCH

Marco Antonelli

L’uomo che scriveva storie sui muri

Scriverò. Scriverò sui muri, come ho sempre sognato. Traccerò le mie storie, inventerò personaggi, costruirò trame. Parlerò con le voci del mondo, scenderò nell’inferno della perversione e risalirò nel paradiso della passione.
Lotterò contro la fatica, lo sconforto e la paura di non trovare nuove storie e nuove intuizioni. Scriverò su ogni muro, senza guardarmi indietro neppure una volta, con la convinzione che quella sia l’unica cosa giusta da fare.
Aprirò le porte dell’anima all’unica vera passione della mia vita.
Scriverò, senza curarmi più di nulla. Non conterà più niente per me. Nemmeno il tempo.


Marco Antonelli nel suo romanzo d'esordio racconta la storia di una grande passione. Una passione che accompagna il protagonista lungo tutta la vita. Costretto da necessità economiche a lavorare sin da giovane come muratore, non riesce però a rinunciare al bisogno di scrivere storie. E le storie, il muratore, le vuole scrivere sui muri.

Nasce così la ricerca di uno stile, non solo narrativo ma anche fisico, la ricerca non solo di storie da raccontare, ma anche di un modo per rendere indelebile la grafite sui mattoni senza che venga rovinata dai mordenti e dall'intonaco. E mentre al lettore viene raccontata la vita del protagonista, Marco Antonelli apre la strada verso la lettura finale, i romanzi dentro il romanzo, offrendo i racconti e le storie del muratore recuperate con caparbietà dal figlio nelle varie abitazioni. Piccole perle letterarie che chiudono impeccabilmente la lettura de L'uomo che scriveva storie sui muri.

 

- Ho consegnato la trascrizione a mia moglie. Non le ho detto nulla, le ho solo dato il pacco di fogli. Era il primo giorno di primavera, ma a Londra sembrava ancora inverno. Scendeva una pioggia leggera e gelida che scomponeva la luce dei lampioni e rendeva le strade magicamente colorate. Eravamo in sala, con il camino acceso. Lei ha cominciato a leggere, senza dire nulla, io sono andato in cucina a preparare il tè.
Ha finito a notte fonda. Mi ha svegliato dolcemente, con le guance rosse e il trucco irrimediabilmente rovinato.
“Dove hai trovato questa storia?” Mi ha chiesto.
“Sui muri.” Ho sorriso io.

 

  • italiano
  • 2015
  • pp 320
  • EUR 18,00
rassegna stampa
24/10/2015 - Cittadino di Monza e Brianza
L'uomo che scriveva storie sui muri con Antonelli
20/10/2015 - Il giornale di Monza
Quando la passione spinge a scrivere sui muri
Vi consigliamo anche
Dell’amore e di altri aneurismi I cani di Bucarest La consegna Porto della zingara Scrivere sul confine